Informazioni marittime – Demolizioni, Hapag-Lloyd è la migliore

Access the original article

28 August 2014 – Dalla Germania le buone prassi del riciclaggio navale. Secondo l’associazione ambientalista Shipbreaking Platform, coalizione globale di Ong che lottano per impedire pratiche di demolizione inquinanti e pericolose in tutto il mondo, è la compagnia di navigazione tedesca Hapag-Lloyd a promuovere attualmente processi virtuosi di smantellamento. Ultimo esempio quello della New Orleans Express, che sarà riciclata in Cina seguendo criteri rigorosi e sotto il costante monitoraggio della società armatoriale con sede ad Amburgo.

«Mentre in precedenza le nostre navi di seconda mano erano utilizzate per un tempo più lungo dai loro nuovi proprietari – spiega il portavoce di Hapag-Lloyd – di recente ci siamo resi conto che gli acquirenti demoliscono sempre più rapidamente le vecchie navi in stabilimenti che usano il metodo dello spiaggiamento. Poiché questo sistema di demolizione non soddisfa i modelli che la compagnia si è imposta per la sicurezza dei lavoratori e la tutela dell’ambiente, noi supervisioneremo il riciclaggio professionale delle unità in stabilimenti certificati secondo i requisiti della Convenzione di Hong Kong».

Shipbreaking Platform si augura che l’esempio della compagnia tedesca sia seguito dai maggiori operatori mondiali del settore. «Fortunatamente – afferma Patrizia Heidegger, direttore esecutivo dell’associazione ambientalista – sempre più armatori si stanno rendendo conto che non devono vendere le loro vecchie navi su un mercato di seconda mano privo di regole, che le destinerà certamente allo smantellamento più dannoso per l’uomo e l’ecosistema. Come dimostra la Hapag-Lloyd, esistono invece soluzioni praticabili e finanziariamente sostenibili per una corretta demolizione».